Xuan Kong Si, il Tempio Sospeso

Di: Franco Desiderio

Parlando di arte non possiamo ignorare i grandi capolavori dell'architettura civile ed ecclesiastica di cui soprattutto il nostro paese è particolarmente ricco.
Apriamo quindi una rubrica nuova con la quale vogliamo visitare virtualmente alcune di queste meraviglie. La chiameremo 'Chiese e Monasteri del mondo' e come prima visita voliamo oggi in Cina per ammirare una meraviglia senza pari: il Xuan Kong Si, o "Tempio sospeso" com'è più comunemente conoscito.
Situato a circa 65 chilometri a nordovest della città di Datong, nella provincia di Shanxi, il tempio è stato costruito, presumibilmente nel 491, in un piccolo canyon in prossimità del monte Heng a circa 75 metri dal suolo.
A distanza di oltre 1500 anni il complesso è ancora in ottimo stato, grazie a due restauri effettuati, il primo durante la dinastia Ming (1368- 1644) ed il secondo durante la dinastia Qing (1644- 1912). Ma la risposta alla domanda, come questo monastero abbia resistito alle intemperie per tanti secoli, è in realtà molto semplice. Restauri a parte, è la stessa inusuale posizione scelta che aiuta a preservarne lo stato. L'altezza da terra della struttura protegge infatti il tempio dai danni delle alluvioni (in fondo al canyon scorre il fiume Jinlong), gli scavi nella roccia proteggono dalla pioggia e neve e le montagne che circondano il monastero aiutano a proteggerlo dalla calura estiva. Inoltre, essendo dentro ad un canyon scavato dal fiume, i raggi del sole raggiungono il tempio solo per tre ore al giorno e questo contribuisce ad evitare il degrado di materiali e decorazioni.
Dal punto di vista strutturale grande attrattiva turistica è esercitata dai lunghissimi pali che paiono sorreggere tutta la struttura. Impiantati nella roccia per metà della loro lunghezza, hanno probabilmente, il compito di reggere la parte che risulta visivamente sospesa, solo in minima parte (o forse per nulla). Il tempio infatti poggia quasi interamente sulla roccia e la parte che si estente oltre la parete rocciosa è retta da solide travi trasversali.
Questo monastero riveste notevole importanza per il fatto di essere l'unico tempio rimasto che combina elementi di Buddismo, Confucianesimo e Taoismo e che offre lo spazio per il culto a tutte e tre le religioni.
Secondo la tradizione orale, questa struttura, unica nel suo genere, che oggi è un sito protetto di Classe II in Cina, è stato costruita da un solo monaco di nome Liao Ran con il successivo aiuto di costruttori taoisti. I monaci che concepirono e costruirono questo tempio erano sicuramenti attratti dalla prospettiva di un santuario isolato dove poter meditare in assoluto silenzio. La posizione del tempio rispetta infatti uno dei principi fondamentali del Taoismo, secondo il quale non ci dovrebbe essere "alcun rumore, né canto del gallo, né abbaio del cane". Non potevano considerare al tempo che sarebbe diventato un'affollata e rumorosa attrazione turistica.
Il monastero è composto da 40 sale collegate da stretti corridoi, passerelle e scale che si fondono con l'ambiente naturale della parete rocciosa. In queste sale trovano posto 87 statue in rame, ferro, argilla e pietra relative ai culti di Confucianesimo, Taoismo e Buddismo.
Il tempio ha due campanili e tamburo e gli edifici sono divisi in tre gruppi. Salendo le scale di legno strette che conducono al primo livello del monastero, troviamo la Sanguan Hall, che è l'edificio principale della parte inferiore, progettato per i sacrifici taoisti. Salendo al secondo piano, troviamo l'edificio principale della parte centrale, la Sansheng Hall, ove si trovano statue e simboli buddisti. L'ultimo e più alto livello, infine, è la Sanjiao Hall che ospita le statue dei fondatori del Confucianesimo, del Taoismo e del Buddismo, vale a dire Confucio, Laozi (o Lao Tzu) e Sakyamuni (anche conosciuto come Gautama Budda), rispettivamente.
 

Data articolo: 20-03-2015


Inserisci un commento
avatar



Adv

Ricerca nel sito

Adv

 

Sostienici


Adv

Social Network