Giacomo Montanaro in “PARETE LAVICA”

articolo

Di: Giovanni Cardone

Ad Ercolano, presso il MAV- Museo Archeologico Virtuale di Ercolano - Napoli, si inaugurerà la mostra personale dell’artista internazionale Giacomo Montanaro curata da Giovanni Cardone.
Giacomo Montanaro nasce a Torre del Greco (NA) nel 1970 e frequenta l’Istituto Statale D’Arte; si iscrive poi all’Accademia di Belle Arti di Napoli, laureandosi nel 1993 a pieni vuoti con il Maestro Augusto Perez. Inizia a dipingere giovanissimo con qualsiasi materiale e si fa subito notare nell’ambiente artistico napoletano.
La sua pittura va verso la sperimentazione e l’innovazione. L’elemento distintivo della sua pittura è la figura umana, colta nei suoi tratti più sintetici, di grande impatto emotivo.
Nel 2002 abbandona tele e colori ed inizia a dipingere con acidi su carta fotografica. Giacomo Montanaro con questa nuova tecnica inizia a girare il mondo facendo performance, a Shanghai, a Berlino nella rassegna Step09, presso il Museo Leonardo Da Vinci di Milano, Miracolo Napoletano Performance, Campania Senses a cura di Vittorio Sgarbi al CAM Casoria Contemporary Art Museum catalogo.

La mostra sarà inaugurata sabato 23 marzo alle 18.00 presso il Mav – Museo Archeologico Virtuale, in collaborazione con l’Istituto d’Arte e Cultura Vesuviana, la Galleria Il Ritrovo di Rob Shazar e con la partecipazione della Pro Loco di Torre del Greco. Interverranno:
  • il Direttore del MAV - Dott. Ciro Cacciola,
  • Dott.ssa Maria Vitiello, Cultrice della Materia presso la Cattedra di Psicologia Generale, Università Federico II di Napoli,
  • Dott.ssa Graziella Falcetta, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali,
  • Dott.ssa Rosanna Rivas, scrittrice, poetessa e giornalista,
  • Dott. Francesco Piccolo, Responsabile Nazionale dell’Associazione “Fare Italia”, Associazione Arcobaleno della Vita,
  • Sig. Antonio Pacilio, Presidente della Pro Loco di Torre del Greco.

La mostra si potrà visitare Dal 23 Marzo al 6 Aprile, tutti giorni dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 17.30. Lunedì chiuso.

Giovanni Cardone: Giacomo come nasce questa mostra al MAV di Ercolano?
Giacomo Montanaro: Nasce dall’incontro di due amici, che si conoscono da tempi della scuola e che da qualche anno collaborano, per ideare un progetto che desse vita ad una mostra-evento.
Giovanni Cardone: Giacomo come è nata in te l’idea di abbandonare i colori e le tele, ed iniziare a dipingere con acidi su carta fotografica?
Giacomo Montanaro: Nasce da un percorso fortemente interiore e, nel contempo, la voglia forte di innovazione e sperimentazione. A questo proposito ti dico che per circa otto anni mi rinchiusi nel mio studio proprio per lavorare intensamente a questa mia continua evoluzione, e grazie a questo mio percorso interiore che oggi sono padrone di una tecnica che mi permette di ideare cose uniche.
Giovanni Cardone: Qual è stato l’incontro che ha cambiato il tuo percorso artistico? Giacomo Montanaro: L’incontro con Augusto Perez che era anche il mio insegnante di scultura presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli; in seguito intrecciammo una splendida amicizia che mi ha dato tanto.
Giovanni Cardone: Da dove nasce il titolo Parte Lavica?
Giacomo Montanaro: Nasce da un mio confronto con la mia terra, e in particolar modo con il Vesuvio e con gli scavi di Pompei – Ercolano e con l’eruzione che avvenne nel 79 a.c.

Giovanni Cardone


 

Data articolo: 14-03-2013


Inserisci un commento
avatar



Adv

Ricerca nel sito

Adv

 

Sostienici


Adv

Social Network